Arredamenti per asili nido e scuole dell’infanzia

Per gli arredamenti nidi e scuole infanzia utilizziamo materiali che spaziano dal legno naturale al calore dei morbidi tappeti, con colori che rispettano le indicazioni delle più recenti ricerche scientifiche. Sappiamo con certezza che i colori incidono, inconsciamente, sull’umore di ogni individuo. Questo motiva la scelta di colori neutri, che danno un senso di pulizia e di spazio, con l’aggiunta di piccoli particolari più colorati che contribuiscono a trasmettere calore e personalità ai singoli complementi. Le essenze naturali e i colori di tipo desaturo costituiscono una scelta intenzionale per evitare una eccessiva intrusività del colore nell’esperienza percettiva dei bambini. La delicatezza delle tinte lascia spazio e voce ai colori che i bambini stessi e i loro insegnanti porteranno all’interno della struttura.

ACCOGLIENZA

TAVOLI E SEDUTE

MOBILI E CONTENITORI

GIOCO E ATTIVITÀ

CREATIVITÀ

GIOCHI PER L’ESTERNO

MORBIDI LINEA SMIF

ARREDI PER IL RIPOSO

IGIENE E LA CURA

SERVIZI GENERALI

MONTESSORI

ACCESSORI

L’ALLESTIMENTO DELLO SPAZIO NEI NIDI E NELLE SCUOLE DELL’INFANZIA

Gli arredamenti per asili nido e scuole dell’infanzia parlano delle scelte pedagogiche ed educative che lì si compiono e si rinnovano. Comunica significati, suggerisce comportamenti, trasmette messaggi ai bambini, ai genitori e a tutti coloro che vogliono conoscere quanto lì avviene e si propone. La distribuzione dello spazio e il suo allestimento ci permettono di definire se si ha cura nell’accogliere ogni giorno bambini e genitori in un luogo pensato per loro, caldo, accogliente, esteticamente bello e armonioso. Ci fanno capire se si apprezza il significato del gioco individuale, dei primi scambi o delle evolute interazioni del piccolo gruppo; se si ha attenzione affinché i bambini si sentano protetti e, nel rispetto dei loro tempi e modi, si sentano sicuri di poter intraprendere esplorazioni; se si dà valore alle esperienze di intimità e calore nei momenti di cura; se si garantisce l’esplicitarsi delle varie e progressive competenze e il rafforzamento dell’autonomia; se si assicura l’apprendimento nelle sue originali strategie. Ci dicono se si considera la necessità di promuovere il gioco in tutte le sue forme, predisponendo materiali ed esperienze di esplorazione, scoperta, ricerca, espressione, soluzioni di problemi; se si ritiene che il nido sia un luogo di vita e di relazione non solo per i bambini, ma anche per gli educatori, gli insegnanti e i genitori.

Per dare forma, colore e sostanza a queste scelte di fondo è necessaria particolare cura a diversi caratteri ed elementi che danno forma allo spazio.
  • Le dimensioni dello spazio, perché rispondano al bisogno di ambienti contenuti, raccolti, che salvaguardino i bambini dal disorientamento, provocato talvolta anche dall’eccessivo rumore e dal disordine che uno spazio troppo grande provoca.
  • Le articolazioni dello spazio, per favorire il gioco sia individuale sia in piccoli gruppi, per sostenere l’attenzione, eliminando il più possibile elementi di confusione e di deconcentrazione, per meglio incoraggiare le precoci competenze sociali dei bambini. L’articolazione senza frammentare dà movimento allo spazio uniforme e omogeneo, lo modula, lo rende flessibile, lo fa risuonare di significato, lo stringe e lo allarga con intenzionalità, in relazione alle attività che vengono proposte. Opera e suggerisce connessioni, stimola vicinanze e lontananze, crea luoghi e percorsi differenziati sui diversi bisogni esplorativi dei bambini.
  • I percorsi proposti all’interno degli spazi, in modo che facilitino l’andare e il venire anche autonomo dei bambini, con contiguità e vicinanza tra i luoghi del loro vivere quotidiano.
  • L’identità degli spazi, con l’obiettivo di renderli facilmente riconoscibili per aree di attività o di esperienze facilmente leggibili, per favorire nei bambini l’acquisizione di una padronanza nell’orientarsi e dirigersi.
  • La scelta di arredi belli e funzionali alle attività che sono là proposte, per facilitare il libero accesso dei bambino ai materiali a loro disposizione.